Pubblicità

pubblicità
it

Punto G: vi svelo un segreto!

pubblicità
Homepage > Tendenze
Febbraio 26 | Blog di Milly | Visualizzazioni: 235 | Commenti: 1
Punto G: vi svelo un segreto!
Tutti conoscono miti e leggende del famoso punto G, ma quanti di voi sono riusciti a trovarlo?
Storie, guide, foto e addirittura filmati che ruotano intorno alla ricerca del primo punto di piacere femminile esistono da sempre e sono all’ordine del giorno. Tuttavia c’è ancora un alone di mistero intorno all’argomento... esiste o no? E dov’è il tanto decantato punto G? 

Quando è stato scoperto

La scoperta del punto G risale a più di cinquanta anni fa, quando diverse ricerche portarono alla luce conferme e dettagli. Il suo nome deriva da Ernst Gräfenberg, un ginecologo tedesco che, studiando l’orgasmo femminile, riuscì ad individuare una zona di sensibilità particolare.

Alcuni studi successivi chiarirono la posizione di questo punto di massimo piacere sessuale.

Dov’è il punto G

Si trova nella zona della parete anteriore della vagina, a circa 2/3 centimetri di profondità. Tuttavia, a dispetto di tutti gli studi, è appurato che questa zona è connessa con altre parti del corpo che possono stimolarla e attivarla.

Inoltre, bisogna considerare che ogni donna vive la propria sessualità in modo diverso. Le sensazioni e i modi in cui provo piacere io, per esempio, potrebbero non corrispondere a quelli di una mia amica o di qualunque altra donna.
Ciò che per una può rappresentare uno stimolo, ad un’altra magari suscita una specie di fastidio. Per capirci meglio, il collo è una zona molto sensibile, c’è chi vive i baci in questa zona come un preludio al piacere e chi invece non riesce a sopportarne il solletico!
Anche l’organo sessuale femminile funziona così: sappiamo che quella parte di vagina è un punto che scatena sensazioni particolari, che non tutte viviamo allo stesso modo.

Esiste una soluzione universale per il piacere sessuale?

La mia risposta è: generalmente no. Il modo migliore per raggiungere l’orgasmo è scoprirsi, conoscersi.

Fortunatamente non esistono assolutismi con l’essere umano. Consigli? Sperimenta!

  • Dai importanza ad ogni piccolo gesto.
  • Concedi il tempo che meritano alle diverse fasi del rapporto sessuale.
  • Tutte le parti del corpo sono fondamentali: bocca, mani, orecchie, collo, seno, pancia, piedi, solo alla fine l’organo sessuale.
  • Se siete entrambi d’accordo, utilizzate sex toys, non c’è niente di male!
  • Quando sei dentro di lei, varia nei movimenti delle dita, nelle posizioni e nell’intensità. Fantasia e creatività sono tutto anche in questo caso! 
Solo entrando in confidenza con il corpo del nostro partner e cogliendone i segnali di piacere attraverso espressioni e movimenti si può raggiungere il piacere sessuale a 360 gradi.
Questo è per me il punto G: l’insieme di punti di accesso al piacere che, se stimolati con la giusta intensità, portano al raggiungimento di un orgasmo unico.

Condividi su:
I tag del blog punto g
Aprile 17
Mai stato così d'accordo su una cosa come ora con te su questa!
devi accedere per fare commenti
pubblicità

Pubblicità

pubblicità